Skip to content
Koi Restaurant

7 punti chiave per avere un team di ristorante felice e di successo

Una squadra di successo in un ristorante è una squadra che lavora bene. Sebbene possa sembrare una frase di un libro di auto-aiuto, descrive una realtà perfettamente realizzabile nel campo del restauro. Conosciamo tutti il livello di stress e le esigenze del nostro settore. Sappiamo che è un mondo appassionato dove c’è una costante necessità di incoraggiare un buon spirito di squadra.

Il fatto è che il successo e la felicità di una squadra in un ristorante è una grande sfida! Questo perché abbiamo bisogno di stabilire una dinamica coerente di motivazione e proattività. Al TheFork, ti rendiamo le cose facili. Leggi qui di seguito i nostri 7 punti chiave per applicarli alla tua attività e creare il miglior team per il tuo ristorante.

Distribuzione efficiente dei carichi di lavoro

Questo è uno dei principali punti chiave per avere una squadra felice, assicurando che tutti facciano ciò che sanno meglio e in un numero ragionevole di ore. Per fare questo, è essenziale conoscere le capacità, i talenti e le attitudini di tutti quando si assegnano compiti e responsabilità. L’obiettivo è quello di evitare che un cameriere faccia da maître d’ e di garantire che un cuoco non finisca per prendere decisioni che non deve prendere o che un cuoco non faccia più lavoro di gestione del necessario.

Garantire un buon salario

Un altro punto chiave affinché il personale si senta a suo agio in un ristorante è quello di pagare bene per il proprio lavoro. La loro retribuzione economica deve essere proporzionale al lavoro che svolgono e alle loro aspettative. Se il ristorante sta attraversando un periodo finanziario difficile, lo stipendio può essere compensato da altre prestazioni come viaggi, soggiorni in hotel, cene o regali che possono essere organizzati come scambio con altre società di catering. E’ un modo per raggiungere gli impiegati in tribunale mentre si torna alla redditività.

Motivare il personale del ristorante con incentivi

In linea con il punto precedente, è ideale stabilire un protocollo di incentivazione per motivare il personale a migliorare costantemente. Provvigioni aggiuntive per la vendita settimanale di una serie di prodotti di firma, ad esempio, o per l’implementazione di una strategia di cross-selling o per aumentare del 15% al mese le riserve o per attirare nuovi clienti…. L’obiettivo è quello di far desiderare ai dipendenti di migliorare costantemente, in quanto ciò li motiva anche all’interno dell’azienda.

Comprendere le esigenze del personale

Il personale felice sente che il manager o il proprietario capisce le loro esigenze a livello professionale e personale e le prende in considerazione in ogni momento. Supponiamo che un cuoco voglia fare un cambiamento e prendere il controllo della panetteria perché ha scoperto il suo più grande talento per la cottura, anche se in origine era stato assunto per cucinare gli stufati, e lo chef capisce questa esigenza e gli dà l’opportunità, anche se questo comporta alcune modifiche.

Mostra costantemente apprezzamento ogni volta che le cose sono fatte bene

Se riportiamo l’errore di un membro del team in modo che non lo ripeta, è naturale che anche lui o lei riconosca ogni volta che ha fatto qualcosa di buono per motivare il membro del team a ripetere questa azione. Un modo molto efficace è quello di condividere le opinioni positive che i clienti hanno lasciato su siti come TheFork, o TripAdvisor, specialmente quelli che si riferiscono a membri occasionali del team. “Questo cameriere ci ha fornito un servizio eccellente”, “Lo chef ci ha spiegato i piatti e noi li abbiamo adorati”, “Il giovane che ci ha accolto è stato molto cordiale e paziente”, ecc.

Avere un ristorante autentico e trasparente

Per avere una squadra felice e impegnata, è ideale avere un’uniformità tra il concetto, la filosofia dell’azienda e la qualità che il ristorante offre, perché in questo modo il personale può trovare la propria strada e farsi coinvolgere realmente. Alcuni ristoranti risentono dell’inerzia e del sovraccarico giornaliero e finiscono per perdere il carburante e, di conseguenza, anche i dipendenti sono demotivati. Attraverso incontri regolari e un elevato livello di comunicazione, è possibile mantenere la necessaria trasparenza.

Mostrare forza e dare un senso di sicurezza di fronte ai conflitti

Lo chef del ristorante è colui che deve dare l’esempio affinché il resto della squadra possa seguire il suo esempio. A questo proposito, vi invitiamo a non prendere sul serio i conflitti che sorgono e a capire che tutti i dipendenti sono sulla stessa barca e cercano di far prosperare il ristorante.

Si consideri che in molti casi, i problemi sono più legati a questioni personali o emotive e non al conflitto stesso

Pertanto, essere molto oggettivi nella risoluzione dei problemi darà a tutti la forza di cui hanno bisogno per andare avanti e avere successo e personale forte.

E per garantire che il vostro personale sia sempre più a suo agio con i suoi compiti, vi raccomandiamo di aggiungere TheFork Manager al vostro team. Una suite completa di software di gestione che semplifica tutte le attività e fa risparmiare tempo e fatica. Volete saperne di più su questo? Clicca qui per ottenerlo il più presto possibile.

Un team di ristorazione felice è anche un cliente felice, che è in definitiva una delle cose più importanti nel settore della ristorazione: rendere felici i clienti. Amen a quello!